>

venerdì 20 luglio 2012

Chalk Paint - Una ricetta da ricordare e mettere in soffitta !!!!!

Questo post di oggi non è altro che un appunto personale!! Ogni cosa che vedete nella soffitta sono per me dei memorandum..ovvero idee, suggerimenti, memorie su quello che vorrei dedicarmi ma con mancanza di tempo metto in soffitta sperando di realizzarli al più presto!!

La ricetta di oggi, come dice il titolo, si tratta di un metodo per verniciare senza per forza iniziare con il fastidioso scartavetrare la base per l'intaccamento del colore successivo, oppure la odiata cementite ( che oltre a costare un botto ha tempi di asciugatura illia-dici)!!


Why our Paint is Special
Ho scoperto tramite un amico "madonnaro" ( ragazzi che dipingono le strade con i disegni delle madonne), la famosa, io non conoscevo neanche minimamente, la CHALK PAINT.
Si tratta di una vernice all'acqua dove non necessita preparare la base  bensì attacca da subito, anche su  melammina (sulla quale, normalmente, la pittura fa fatica ad attaccare) e sia su del legno grezzo, risultati strabilianti e ottima la resa tempo e fatica.. Non si deve scartavetrare più!!! 
Ma non solo serve per decorare i nostri amati mobili, bensì anche per decorazioni murale, pitturare le nostre pareti di casa, trasformali se vogliamo anche in versione lavagna.. si si proprio cosi con tre o più passate possiamo trasformare un mobile o una parete in una lavagna, e poi divertirci con i gessetti colorati...che ricordi infantili!!!
 
 
Quindi incuriosita attraverso ricerche mi sono imbattuta sul blog di  Silvia http://myshabbysoul.blogspot.it/
che consiglio la visione... è davvero un sereno blog da avere in "soffitta" !! Ma anche il blog http://verde-salvia.blogspot.it/  da curiosare!!!
Insomma tramite Silvia ho scoperto che c'è una ricetta casalinga della Chalk paint , per ottimizzare i tempi di verniciatura, è sono:
4 parti di smalto all'acqua satinato e 1 parte di carbonato di calcio
(che si trova in farmacia per pochi euro)
Si devono solo mescolare bene insieme i due ingredienti.
  Si dice, in diversi blog, che due mani sono sufficienti per coprire ma consiglia Silvia tre mani sono perfette per raggiungere il risultato che si vuole!!
Ed è VERO! Davvero non c'è bisogno di cartavetrare prima di dipingere!
La vernice aderisce perfettamente anche su una superficie semilucida come la melammina.
chalk paint
 
Se non volete provare la versione casalinga ( che consiglio comunque di provare, almeno per togliere la curiosità) ce anche un sito dove vendono l'originale  Chalk Paint di Annie Sloan.
Il sito (in inglese) di Annie Sloan è http://www.anniesloan.com.
La Chalk Paint è disponibile in 24 colori 
 
che potete vedere qui: http://www.anniesloan.com/acatalog/United_Kingdom.html e i colori possono anche essere mescolati fra di loro per ottenerne altri.
In Italia è venduta da:
Laura Maffei
Via Maremmana, 41
56024 La Serra-San Miniato (Pisa)
Lauramaffei72@virgilio.it
Ogni barattolo da 1lt. è dato per 13mq.; una mano potrebbe bastare, due sono perfette e ... con tre mani otterrete una stupenda LAVAGNA!!
Per proteggere la pittura, si può usare la cera, le normali cere per mobili che si trovano in commercio perché c'è più scelta di colori e sono anche più economiche, anche se rinnovo il consiglio di provare la cera novecento per la protezione dei mobili secondo me è ottima!!
 
 
Dal sito, riporto le caratteristiche di questa pittura:
La Chalk Paint è una pittura molto speciale per molte ragioni:
1. E' decisamente la MIGLIORE pittura per dipingere mobili
2. Si può usare diluita con acqua per mettere in rilievo le venature del legno
3. Si può usare "addensata" come un impasto - basta lasciarla un po' aperta e si addensa
4. Si può usare su qualsiasi superficie, per interni ed esterni (l'esterno del negozio di Annie Sloan è stato dipinto con la Chalk Paint)
5. Non è necessario preparare la superifie neanche con un primer
6. I colori possono essere mischiati fra di loro e, sul sito, ci sono anche delle istruzioni, colore per colore
7. E' una pittura "per ragazze" (pronta all'uso), ma anche i ragazzi possono usarla!
8. E' flessibile: potete essere creative e cambiare idea a metà lavoro
9. E' traspirante
10. Ha un basso livello di solventi per cui è ecologica e sicura da usare (è una pittura all'acqua e i pennelli si lavano con acqua!).
Per ultimo, ma non meno importante, è usata molto nel mondo dello shabby!!
Quindi che ne pensate di rivoluzionare le nostre pareti e mobili di casa??..
Ora non ci sono scuse..si butta la carta vetro e si inizia da subito a pennellare con i colori e colori!!! A me tutto questa sembra un sogno.. basta cementite ò stucco!!!
 Long Low French Table
Evviva lo Shabby!!
 p.s visitate anche il blog dell'inventrice di questa rivoluzionaria vernice http://anniesloanpaintandcolour.blogspot.co.uk/ ma anche quest'altro di blog dove spiega in inglese i vari passaggi da fare con foto di accompagnamento  http://shadesofamberinc.blogspot.it/ http://revisionarylife.blogspot.it/
 Un grazie a Silvia  per il suo post  http://2.bp.blogspot.com/-2i4QsRjqaP8/T-pAy2FBAQI/AAAAAAAAEHY/ e sui consigli per decorare i mobili usando poco tempo e tanta fantasia con un pizzico di shabby! (I Love YOU)..
Io di sicuro, dopo le vacanze, mi metterò a provare su un baule che ho finito tempo fà ma che attende un po di shabby da parte mia..e che presto vedrete la storia..del mio baulone acquistato per pochi euri!! ^_^
Buon Week end amiche della soffitta!!

23 commenti:

  1. Questo post mi piace un casino! Bellissimo... già mi aveva convinto Silvia a sperimentarla ma tu mi hai dato altre cento ragioni per farlo! Grazie!

    RispondiElimina
  2. Ora ti tocca scrivermele tutte e 1 0 0 le ragioni!!! ò__ò

    grazie Monica!!

    RispondiElimina
  3. ciao Piera, prima o poi farò anch'io qualcosa co sta vernice, mi piace troppo!
    per i punzoni: su Etsy ne trovi migliaia, purtroppo dall'America con costi di spedizione e doganali paurosi!
    io ho speso 50 euro + 15, se non ricordo male, di dogana (la dogana la paghi solo se ti fermano il pacco per controlli, quindi sono spese che non si riescono a prevedere prima, non incluse nel conteggio delle spese di spedizione che ti da il negoziante!)
    Io ho comprato qui http://www.etsy.com/shop/sparklingshamrock e la proprietaria è davvero gentile, risponde in fretta e ti da tutte le indicazioni che vuoi.
    te la consiglio, ma comunque cercando metal punch ne trovi tantissimi!
    l'unica cosa ti consiglio di leggere bene le misure del punzone: io ho acquistato un cuoricino che è davvero carino maa è minuscolo :(
    se non capisci bene l'inglese ricorda che: se scrivono "tiny" il puncher produrrà un disegno minuscolo, 2 o 3 mm circa (per me non è bellissimo per cuori o cose simili perchè non si vede quasi per niente, mentre è molto carino per puncher + decorativi tipo le spirali)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Jò per le info utili!! ci faro un giro...a presto!!!

      Elimina
  4. Oddio che ideona per il mio mobile!!!! Bellissimo post! Grazie Piera!!!

    RispondiElimina
  5. Ciao Piera piacere di conoscerti..interessantissima questa pittura...e pensare che ultimamente ho trasformato due vecchi comodini in stile shabby-chic e ho dovuto scartavetrarli perchè erano color noce chiaro...ma che lavoraccio..ma ne è valsa la pena sai...Ti seguirò con piacere, mi piacciono le nuove idee come questa...A presto!!!!Antonella.

    RispondiElimina
  6. Ciao Antonella benvenuta nella soffitta allora!! A presto

    RispondiElimina
  7. Tu chiedi e ti sarà dato ^_*

    Un abbraccio Rita!

    RispondiElimina
  8. Cara Piera, che cose interessanti, sicuramente interesserano molto mia figlia che ama di più il bricolage. complimenti per il tuo blog.
    a presto
    nonna Elda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie nonna Elda detto da te è un sollievo!! con piacere..

      Elimina
  9. Ciao Piera! sono una nuova lettrice della tua soffitta, ho comprato da poco la chalk paint e la devo ancora usare.. il mobile in questione ha una parte lucida (penso sia rivestimento melammina o qualcosa del genere) chissà se lo devo togliere ?? tu l'hai provata?
    ciao silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Silvia e benvenuta in soffitta! Dunque che ne so io non serve togliere ò scartavetrare prima della posa, la chalk in questione dovrebbe aderire su ogni superficie senza prima dare la cementite o primer, quindi io fossi in te proverei su un piccolo angolo xvedere se funziona!! Personalmente non lho ancora provata, ma a dire di tante creative sembra funzioni benissimo...sia anche la casalinga che trovi in questo post in alto.. ( sempre che tu non voglia usare l'originale chalk paint)...Fammi sapere se vuoi...se funziona, ma dico di si!!! ciaooo e verrò a curiosare sul tuo restauro mobile!

      Elimina
  10. Ciao Piera, io uso quella casalinga, ho provato a mescolarla sia con il carbonato di calcio che con il gesso. Con quest'ultimo bisogna però prestare più attenzione ad amalgamarla perché tende a fare più grumi mentre il carbonato è più semplice.
    Devo dire che io sui materiali molto lisci una passata di carta vetrata la do sempre per sicurezza, giusto per graffiare un po' la superficie e non correre rischi.

    Baci
    Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CIAO ROSA..GRAZIE DELLA VISITA CHE MI FA PIACERE..DEL CARBONATO SO' CHE E PIU SEMPLICE LA MESCOLAZIONE..MA DIMMI LE TUE MISURAZIONE COME SONO?
      ANCORA NON LHO PROVATO, MA HO ROVATO COL GESSO DI PARIGI UNITO A VERNICE CON UN PO DI ACQUA TIEPIDA E MESCOLATA CON IL MIXER..RISULTATO SI POCHI MA POCHI GRUMI..LA STESURA RISULTA UN POCHINO RUVIDA AL TATTO MA POI CON UNA CERA FINALE RISOLVI TUTTO! IL CARBONATO FACCIO FATICA A TROVARLO IN FARMACIA E SE LHO TROVI LO PAGHI SU ORDINAZIONE DI 1KH A 17/20 EURO QUI A MILANO..ANCORA NON LHO SPERIMENTATA..MA VEDIAMO COSA FRULLA IN SOFFITTA CON L'ARRIVO DELLA BELLA STAGIONE! SE MI LASCI LE TUE MISURE..LE TERRO A MENTE! UN ABBRACCIO.

      Elimina
    2. Piera non occorre comprare il Carbonato raffinato per uso farmaceutico ( lo credo che ti costa 17/20 euro ) Per fare la Chalk basta un comunissimo Gesso francese o per doratura ( il Gesso di Bologna che trovi nei negozi per Belle Arti ) . Qui a Genova costa 4 euro al Kilo . Le dosi che circolano in giro nel web sono di un 25 % di Gesso in smalto acrilico all'acqua ( appunto 1 parte di gesso di Bologna e 4 di Smalto all'acqua ) Comunque grazie per il bellissimo post , trapeli entusiasmo da tutti i pori !! Sono felice di averti conosciuto e spero di esserti stata di aiuto ! Non so se mi arrivera' la notifica della tua risposta , nel caso puoi copiare e mandare anche via mail ? Grazie ! mail : alizarina.art@gmail.com

      Elimina
    3. Piera non occorre comprare il Carbonato raffinato per uso farmaceutico ( lo credo che ti costa 17/20 euro ) Per fare la Chalk basta un comunissimo Gesso francese o per doratura ( il Gesso di Bologna che trovi nei negozi per Belle Arti ) . Qui a Genova costa 4 euro al Kilo . Le dosi che circolano in giro nel web sono di un 25 % di Gesso in smalto acrilico all'acqua ( appunto 1 parte di gesso di Bologna e 4 di Smalto all'acqua ) Comunque grazie per il bellissimo post , trapeli entusiasmo da tutti i pori !! Sono felice di averti conosciuto e spero di esserti stata di aiuto ! Non so se mi arrivera' la notifica della tua risposta , nel caso puoi copiare e mandare anche via mail ? Grazie ! mail : alizarina.art@gmail.com

      Elimina
  11. Piera che bella questa divulgazione di conoscenze!
    Grazie per il link e... vedrai che belle cose verranno fuori! Io ho in progetto un sacco di lavori. Se solo smettesse con tutta questa pioggia sarei già a buon punto...
    Buone giornate e buon lavoro!
    Silvia

    RispondiElimina
  12. evviva! che bella trovata provero' ciao cinzia

    RispondiElimina
  13. Ciao Piera, grazie per aver condiviso questa bellissima trovata! !! Volevo chiederti, si può usare anche sulla stoffa? ? Ho 2 poltroncine comprate in un mercatino di velluto color giallino osceno che mi piacerebbe verniciare grazie ciauuu!!

    RispondiElimina
  14. Complimenti per il tuo blog!!!! Mi ha chiarito molti dubbi!!! Approfitto della tua disponibilità per chiederti un consiglio, devo verniciare un mobile in legno naturale, non trattato, come mi conviene procedere per ottenere un effetto shabby? Grazie !!!




    RispondiElimina
  15. Salve, sono Lucia, complimenti mi piace tanto questo blog. Vorrei chiedervi un consiglio e sarei davvero lieta a chi mi volesse rispondere. Sto ristrutturando casa con la chalk di Annie Sloan ed è meravigliosa, unica cosa che non mi convince è la cera di finitura, troppo debole a mio parere per verniciare i mobili della mia cucina, per i detersivi, il cibo, le fritture, l'acqua e chi più ne ha più ne metta in cucina...Allora ho pensato di utilizzare il flatting come finitura dopo aver dato due mano di chalk, unico dubbio, può ingiallire? Qualcuna di voi l'ha mai utilizzata? Sa dirmi qualcosa in più?. Ringrazio in anticipo a chi volesse rispondermi!

    RispondiElimina
  16. Salve, sono Lucia, complimenti mi piace tanto questo blog. Vorrei chiedervi un consiglio e sarei davvero lieta a chi mi volesse rispondere. Sto ristrutturando casa con la chalk di Annie Sloan ed è meravigliosa, unica cosa che non mi convince è la cera di finitura, troppo debole a mio parere per verniciare i mobili della mia cucina, per i detersivi, il cibo, le fritture, l'acqua e chi più ne ha più ne metta in cucina...Allora ho pensato di utilizzare il flatting come finitura dopo aver dato due mano di chalk, unico dubbio, può ingiallire? Qualcuna di voi l'ha mai utilizzata? Sa dirmi qualcosa in più?. Ringrazio in anticipo a chi volesse rispondermi!

    RispondiElimina
  17. Ciao a tutti, avrei bisogno di un consiglio per proteggere il piano di un tavolo in ciliegio ,( fatto a spina pesce che ha l'effetto del parquet), però vorrei proteggerlo in modo che non si rovini con acqua o oggetti caldi e mi piacerebbe una finitura opaca, escludendo la vernice all'acqua opaca che è molto delicata,
    ci sarebbero altri prodotti? Grazie a tutti.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...