>

domenica 12 aprile 2015

A-mare!

Sarà presto, sarà un pensiero astratto ma ora come ora ti sento dentro me, nelle mie narici , in ogni poro della pelle..ti sento come aria fresca, come una stella in quel cielo che sai regalarmi sempre, come schizzi di schiuma che ti bagnano accarezzandoti la pelle.


Sei lontano da me km, ma il tuo odore lo percepisco sempre.
Così guardo fisso quella finestra è ti immagino nei miei ricordi, rivelando quel mio sorriso che sai tirarmi fuori.


In quel vento che cerco per avvicinarmi a te da questa città,  mi soffi dentro, perché sai che ti appartengo, perché sai regalarmi la felicità di quelle poche cose che sanno di bene.




Magari un giorno l'universo accoglierà la mia richiesta è ci riporterà vicini, ma oggi ti riporto qui, dentro a questa stanza di città, così ti immagino ti creo, così come mi sento, come mi viene,  come la mia fantasia ti cerca tra le differenze.



Ti penso, è perdo il sonno! 
Cosicché nasci tra le ultime ore della notte più buia, è in quella luce d'orata che colora quel tratto di linea all'orizzonte, con quel timido raggio di sole penetrare nelle nuvole che si allargano per dare il benvenuto al nuovo giorno..



Mi perdo poi nei dettagli, mi fermo, mi stacco è poi mi chiedi luce, colore è ricordi..
La differenza c'è, ma sento che sei perfetto così, come ti voglio, come ti cerco, come ti vorrei.. 
E penso sia bellissimo così come sei, come sei tu...immancabile mio mare.
A-mare,
Non servirà più niente, più la fantasia per tornare da te!! 


Un bracciale nato dalla nostalgia del mio mare, creato con le poche cose che ho cercato. Vi regalo i toni ambrati come il rame e l'ottone,  il bianco come la sua schiuma arrivare d'improvviso dentro a  un pizzo vintage, appoggiato è legato con fili d'argento su un pezzo di cuoio, insieme a piccoli cubi di cristalli  arrivati da un vecchio lampadario di un mercatino d'antiquariato a Lucca.
 E' con quel timido sole nascere all'alba, da piccoli sfere di  mezzi-cristalli nei colori come il giallo paglia, il rosa e l'ambra, finendo con perline in colore turchese per regalare quel ricordo che sa di mare, estate, ricordi, sorrisi, felicità, e delle poche cose che sanno di buono.
Un fermaglio, tipica spilla da balia a chiudere con una lettera presa da una macchina da scrivere.. per ricordare da dove veniamo.
Lui il mio fare, il mio dire, il mio dare, il mio A-mare! 

( possibile replica, cambiando i toni delle perle e mezzi cristalli con il nome da voi scelto come chiusura, è in vendita) 

Buon tutto quello che cercate carissimi Soffittani, alla prossima storia sul nascere :) 

sabato 4 aprile 2015

Pasqua visualmente!

video



Vi avevo avvisato nel post precedente che ci sarebbero state delle novità qui in Soffitta!! 
Bene, ecco uno digitale!
Eggià la Soffitta si ingegna, cosicché con il grande aiuto del mio nuovo pc, chiamato Apple, mi sono accorta che è divertente fare dei video, sia mai che prendi la mano è voilà mi esprimo digitalmente ;) 
In tanti mi avete chiesto dei video, nel sentire le mie spiegazioni, ò solo la curiosità di ascoltare la mia voce..
Lasciatemi fare, è da studiare, e chissà mai..qualcosa mi invento di certo.
In questo video vedrete i miei lavori vecchi, altri recenti in questo periodo di assenza dal blog, come i miei ultimi gioielli vintage saldati, che proprio in questi giorni due di loro hanno raggiunto le proprietarie che indosseranno i miei charm dal tocco  nostalgico  è particolari, ma in seguito vi racconterò di loro è la loro storia.
Insomma un modo alternativo da invitarvi in Soffitta da me per quattro chiacchiere, ma sopratutto, per augurarvi buone feste in allegria, divertendosi un pò!

Buona Pasqua cari Soffittani!




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...