>

domenica 8 febbraio 2015

Parlare di se e di ma, anche se!

Qualcuno un giorno mi racconta che..
le proprie tracce vengono sempre seguite anche in mancanza delle nostra presenza,pur se..
Dipende sempre da come siamo rivolti alla vita, a  cosa siamo disposti a dare, è di come siamo a cogliere di gesti ricevuti.



Questo è quello che oggi accade alla Soffitta.
Chi sa, conosce i tempi della casa,  lenti e senza il scandio del tempo.
Conosce il silenzio di giorni e avvolte mesi, è sa aspettare.
Ma nonostante tutto, sempre rimane il vostro è mio affetto di voi!
E passato più di un mese dagli auguri di Natale, è da allora ricevo nella posta le vostre riflessioni,pensieri, richieste, risposte è preoccupazioni sulla mia assenza! 


Avvolte mi rendo conto che di tutto questo vostro affetto io non sia degna.
Avvolte penso che, nonostante il mio ritmo lento nel postare qualche storia, voi siate sempre con me anche quando io non sia con voi.
Di questo, la Soffitta rimane viva nonostante il silenzio dei giorni che scorrono.
Quando apro questa porta  io percepisco voi, né sento i vostri passi è percepisco i vostri pensieri , in queste stanze virtuali di questo  mio blog.. 


Ringraziare mi sembra un dovere obbligato,sempre!
Ma non è questo che voglio far parlare, bensì è.. la mia sentita gioia che ho che vorrei poter raccontare..
 Di questa gioia che siete proprio voi! 


Questa storia che racconto stasera, può assomigliare a questa mia creazione di qualche giorno fa..
Una bambola vestita a festa, con pochi merletti è un cappotto rosso, che vuole sfidare il gelo dell'inverno, per correre a un evento che la aspetta..


Incurante delle temperature di quel luogo in quel periodo, lei vuol apparire lo stesso.. bella!
Vestita di un velo leggero e di un cappotto che  la ricopri della neve, vuole poter ringraziare di chi l'ha invitata a quel grande ballo di festa di un fine anno di tanto tempo fa.
La sua fretta però, la porterà a non essere presente a quella sera.
E nonostante gli anni trascorsi, quasi mezzo secolo, lei verrà sempre ricordata come la bella bambolina congelata, chiamata Charlotte.


Un pretesto astratto, per raccontare della mia assenza è che nonostante l'apparenza del mio vuoto di questi mio tempo, la Soffitta rimane viva è piena di voi.
Una storia nella storia, direi..
che sa far parlare di se e di ma, anche se! :)
grazie!!


Un racconto per presentare lei, la bambolina Charlotte Frozen, della storia appena raccontata.
Congelata dentro a un ciondolo di vetro, chiuso come una reliquia, piena di cristalli come fosse neve, è di un cuore rosso a rappresentare la sua bellezza, nonostante il gelo che la ricopre.
 Saldato in argento è rifinita con perle sintetiche, ma vintage ritrovate in Soffitta, con un pizzo fermato da un bottone in madre perla e un campanello a tintinnare i vostri passi..


"Lasciate che le vostre orecchie sentano il rumore del suo tintinnio, in modo che si gioisca della sua presenza, è sentitevi liberi di vederla anche se non esiste".
mia citazione personale in questo momento :)))
(in vendita nello myshop sul blog)
***
Vorrei porvi anche un evento per la Soffitta è per me!!
Felice di presentarvi una mitica vernice che vien da lontano.
Sicuramente, dalla foto postata sotto avete ben capito di chi sto per annunciarvi a breve!
Ma non è ancor ora..
intanto sperimento, voglio fare bella figura :) 

Allora siete sempre con me vero?
Buon tutto, sempre creativamente nel vostro io più personale..

stay tuned!




14 commenti:

  1. Bella la storia di Charlotte! E intense le tue parole.
    Anche se solo amiche virtuali penso che ognuna di noi è nella mente e nel cuore dell'altra.
    Buon tutto anche a te, cara.
    Un abbraccio

    Emy/http://unattimodime.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emily, grazie della visita e del tuo prezioso commento, che condivido a pieno! buon tutto quello che farai ;)

      Elimina
  2. Bentornata Piera! ... e sempre con novità interessante a quanto vedo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monica grazie... sempre con me ;) un abbraccio immenso! Tu studia che ti osservo eh ;)

      Elimina
  3. bentornata....e grazie per questa splendida storia e questa tua bella bambola congelata....ognuno ha i suoi tempi in questo luogo sospeso fra la realtà e il sogno....prenditi i tuoi e torna sempre con piccole-grandi meraviglie.glo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gloriaaaa ciao carissima, quanto tempo!! Hai ragione, ognuna prende il tempo che trova per essere sospesi in quella sezione di tempo che è solo nostro ;) ti abbraccio forte!

      Elimina
  4. Ed è per questo che non ti ho scritto. Perchè ho capito i tuoi tempi, li rispetto e li ammiro....
    Il web potenzia la mia naturale frenesia e spesso mi rendo conto che questo è un gran male.
    Adattare il tempo a noi e non il contrario è un gran lusso.
    E le tue bambole imprigionate... Sono capolavori e ne apprezzo la ricercatezza e la fattura ma ti offendi se ti dico che mi rattristano e mi inquietano? Mi sembrano "cariche" di così tanto.... Una lotta tra la luce e l'ombra... Boh...vabbè....lo sai che ti ammiro e che sono spudoratamente sincera....eh? Un abbraccio super Piera!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolcissima Faby, non mi offendi affatto! Capisco è lo rispetto, avvolte dipende sempre da come siamo orientati a guardare è porre il nostro pensiero, nella decorazione ancora di più si avvale il pensiero che ognuna fa parte di un proprio essere istintivo, il mio è questo: libero da ogni forma pre concettuale, ma libero di esprimersi agli occhi delle persone, è sta proprio qui il bello :) Mi diverto a vedere tramite i vostri pensieri le vostre ali.. ti abbraccio forte forte!

      Elimina
  5. sono contenta di leggere che tu stai bene, sono contenta di vedere che la tua creatività continua a dare bellissimi frutti
    un bacio VAleria
    ps. tu hai una cosa che io sogno di avere da tanto, perchè mi ricorda i miei nonni....la sveglia con la gallina e il pulcino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valery cara! Ora che l'ho sò, semmai avrò fortuna di trovarla... lha regalerò a te ;) cosi avrai un pezzo della soffitta in onore del tuo amato ricordo! come stai?...
      un abbraccio grande!

      Elimina
  6. La creatività ha i suoi tempi! E chi più di una creativa può capirti!!
    Le meraviglie richiedono tempi lunghi, altrimenti ci ritroviamo a fare cose scontate....
    Anche scrivere parole inutili poi ha i suoi aspetti negativi...e infatti anch'io mi concedo lunghe pause!!
    Bacioni cara Piera!
    La tua bambolina è fantastica!

    RispondiElimina
  7. Bellissima Gio, ti risento! Che emozione provi a ritornare sui quei passi in origine?.. io ammetto che quando entro in questo spazio torno indietro con i ricordi, le emozioni e le paure di scrivere nel vuoto..è poi tutto divenne cosi naturale, semplice, parte di noi come sempre, come fosse scritto.. Le amicizie di allora poi non si potranno cancellare, anche se il tempo ci perde di vista, quelle piu sentite da dentro ritornano.. e tu è io siamo ancora qui, hai visto che magia?.. un grosso abbraccio tesoro, è si sempre cosi..come ti vedo e ti sento!

    RispondiElimina
  8. Piacere di conoscerti: molto bello il tuo blog, complimenti, Ti seguirò con interesse :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao! grazie della tua gradita visita.. apresto

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...