>

martedì 20 novembre 2012

E tempo di "ruggine"..!.

 

 Andando alla ricerca di patinare i metalli mi sono imbattuta in un blog americano dove propone un metodo tra i tanti per arrugginire parti metalliche come ferro, rame e ottone.
Ora che io sappia lasciando un pezzo di ferro fuori alle intemperie per lungo tempo si forma per sua natura la ruggine..ma non sapevo che si potesse forzare nel crearla da noi direttamente!
Conosco il metodo della finta ruggine con la pittura ad olio e acrilico..ma questa lho trovata quantomeno Originale!
Non cè che dire sembra che l'esperimento funzioni e che le nostre amiche blogger americane ne sanno una piu del diavolo.. e io ho voluto con voi condividere questa "ricetta casalinga" per formare la ruggine sulle nostre decorazioni e oggetti per donare quell'aria piu nostalgica del tempo che scorre..

 


Ingredienti del caso sono :

Acqua ossigenata
1/4 tazza Aceto Bianco
2 cucchiai di sale

PROCEDIMENTO:

In una grande ciotola di plastica mescolare tutti gli ingredienti e inserite i vostri articoli da arrugginire: 
Spille di sicurezza, campane, tag, chiavi da serratura, ecc nel vostro contenitore. Questo composto chimico avrà una reazione facendo delle bolle (questo è il motivo per cui è preferibile utilizzare una grande vasca di gelato) e consiglio di fare l'esperimento fuori all'aria aperta, lasciando i vostri articoli in questa soluzione per una notte ò per diverse ore stando a guardare il grado di patina che fa a formarsi.
Quando il nostro pezzo avrà subito il processo di invecchiamento e quindi la ruggine, lasciarlo asciugare all'aria aperta per qualche ora e passare poi a protteggere la patina con dell'acrilico spray, ò cera neutra..se puoi il gusto piace consiglio la patina in cera bianca ò metallica.
L'effetto sarà garantito..e abbiamo creato un pezzo di antiquariato chissà da quanti anni  ^_^

Alcuni esempi presi dal web

Cuore arrugginito 


Su grandi oggetti ho letto di spruzzare il prodotto direttamente sull'oggetto da arrugginire e tenere fuori all'aria aperta aspettando la reazione..dovrebbe funzionare, è l'idee si possono spaziare da vasi, brocche, lampadari e lamine per poi incidirci sopra il nostro segno zodiacale..
un idea originale non trovate??


Buone idee "arrugginose" ragazze della Soffitta!!


cans

Funky Junk blog

28 commenti:

  1. grazie per questo utilissimo tutorial! la ruggine ha un fascino inestimabile per noi creative! baci
    Clelia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai detto bene!! grazie del coomento..baci!

      Elimina
  2. Gli americani hanno dovuto trovare un metodo per creare la ruggine sono un paese giovane :-)da noi invece a volte è difficile trovare qualcosa di nuovo...
    Questo metodo è molto interessante, non so se lo utilizzerò ma ti assicuro che sapere che si può fare è interessante assai. Sapere che si può fare una cosa a cui non avevi mai pensato ti apre la mente. Grazie
    Per caso conosci il metodo per lucidare le gocce di cristallo dei lampadari antichi? Una volta avevo letto qualcosa credo proprio con l'aceto ma purtroppo non ho conservato questa preziosa informazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per pulire le gocce in cristallo/vetro del lampadario, avete bisogno di aceto bianco, alcol, acqua e 1 goccia di detersivo per piatti a mano o 1 cucchiaino di qualche detergente. ciao Silvia e grazie della visita!
      p.s fammi sapere se funziona la ricetta di mia madre!

      Elimina
  3. Ma ne sai una più del diavolo!!! Questa la passo a Maurizio, lui è sempre alle prese con antichizzazioni varie... gli servirà di sicuro!!
    Kiss
    Livia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Povero Mauri!! ahahhaha.. fatemi sapere se sono stata fonte di guai!! ^_^

      Elimina
  4. Quando arruginito è sinonimo di bello-------
    e non solo di vecchio e da buttare.
    Brava la signora della soffitta.
    Ciaooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dalla mia "maestra" preferita e di mio gradimento il suo commento!! ^_^

      grazie!

      Elimina
  5. adoro le patine e gli esperimenti da piccolo chimico...ho gli ingredienti non mi resta che procedere:D
    Grazie!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ohi Grazia un altra fonte inesauribile del blog sfera!! tutte unite xun unico scopo..sei tu la maestra io ho solo aperto le danze!! ^_^

      Elimina
  6. Ciao!Come ho trovato il tuo blog una decina di giorni fa non saprei dirtelo , non lo ricordo, so però che il primo post che mi è comparso sullo schermo parlava di chalk paint... hai fatto una vittima, tanto da farmi scrivere immediatamente ai concessionari per l'Italia e domenica prossima andrò a ritirare il mio primo barattolo di pittura :-) Ho la fortuna di abitare vicino dove tengono un paio dei loro mercatini. Quindi come minimo voglio ringraziarti dell'appunto che hai scritto e che mi ha aperto un mondo :-). Mi servirebbe però , se hai tempo , una risposta da te: scrivi che si può tentare di fare la pittura handmade, il carbonato di calcio della "ricetta" è la polvere di marmo ? Vivo all'ombra delle Alpi Apuane qui se ne trovano a tonnellate :-)
    Grazie ciao a presto
    Franca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Franca..mi ha fatto piacere sapere che ti ho "Messa sulla buona strada" sapere di esser fonte di ispirazione è sempre piacevole!
      Ora dalle ricerche che ho effettuato tra vari siti, blog e piattaforme xlo piu stranieri, sto scoprendo che è possible anche utilizzare il gesso di Parigi e anche lo stucco, ma tornando alla tua domanda il carbonato di calcio, proviene da rocce come:

      • marmo
      • travertino
      • la parte costitutiva della calcite

      è un materiale che si trova in natura, di colore biancastro, e proviene dai giacimenti.
      E possibile anche macinare l'osso di seppia, ovvero integratore di calcio xgli uccellini tipo pappagallini, altrimenti nel guscio delle ostriche.
      Il carbonato di calcio, difficilmente solubile in acqua, ma dotato di una fragilità intrinseca, viene sfruttato in una vasta gamma di ambiti:

      • dal settore siderurgico
      • al settore edilizio, per intonaci e prefabbricati
      • come colorante alimentare
      • nel campo della zootecnia
      . Trova impiego nell'industria della gomma quale componente dei mastici e plastisols.
      . Puo' essere impiegato anche nelle pitture ad olio, nelle vernici e negli smalti ad acqua
      . Materie prime in prodotti industriali: vetro, ceramica, paste dentifrice, cosmetici e prodotti per la pulizia della casa, sono un piccolo esempio della vasta gamma di applicazioni del carbonato di calcio nella produzione industriale, per le proprietà di antiossidante per gli acciai, per l’alto grado di finitura nella realizzazione di vetri per la bassa abrasività nei prodotti per l’igiene domestica.

      Ora devi informarti se dalle tue parti la polvere che estraggono dal marmo sia interamente pura del solo carbonato, cosa che secondo me non è visto che il carbonato non è altro che una forma calcarea del marmo stesso, ma di solito lo affinano per poi commercializzare xvari settori e industrie ( vedi utilizzo), altrimenti devi fare ricerche e prove! cosa alquanto divertente xme..anche se il tempo e poco! proprio in questi giorni sto cercando di provare alternative al carbonato..( in farmacia costa sui 15/18 euro al KG )usando il gesso che trovo sia piu economico e di sicuro ritrovamento! cmq fammi sapere se da te è piu facile l'acquisto e sapere dove hai acquistato la vernice originale chalk paint di Sloan! qlsiasi cosa sono qua!

      Elimina
    2. Ciao Piera , e grazie di avermi risposto :-) La polvere di carbonato di calcio estratta dalle Apuane è pura al 96% ,questo me lo ha detto un caro amico che è marmista .Non ero sicura che che si parlasse proprio di quello marmifero, da qui il mio dubbio.Conoscevo gli innumerevoli usi che se ne fanno , ma grazie di avermeli ricordati. La vernice la comprerò da Laura Maffei, di san Miniato, concessionaria per l'italia. Ho scelto il tono Emile per rifare un vecchio canterale degli anni '30.

      Elimina
  7. Wow, bisogna assolutamente provare!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eccone un altra!! chissà xchè sapevo che a questo post vi sareste presentate al mio " cospetto" ahahahh..mi sto divertendo! le mie tesori..
      ( ieri ho rivisto xl'ennesima volta "il signore degli anelli")..si vede ne??!!?!?!
      baci MONIIIII

      grazie..^_^

      Elimina
  8. Interessante...quasi quasi...uhmm, potrei tentare la sorte!
    Grazie per la dritta^^ un saluto,EManuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. famm sapere quando avrai realizzato!! ciao e grazie della visita..

      Elimina
  9. livinginmyhomeblogspot23 novembre 2012 10:12

    Complimenti belle idee bellissimo blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie!! ma xkè non riesco a entare nel tuo link?? ciaoo

      Elimina
  10. Risposte
    1. grazie Cinzia della visita e coomento!

      Elimina
  11. L'idea è interessante... se penso a quanti soldi spendiamo in officina per far zincare i metalli perché i clienti la ruggine non la vogliono neppure vedere col telescopio...;-) a volte il mondo gira al rovescio!

    RispondiElimina
  12. si perdono il meglio..non tutti sanno assaporare il tempo che ci scorre davanti ai nostri occhi! grazie della visita.

    RispondiElimina
  13. Cara Piera, riesci a far diventare bella anche la ruggine^^ Mi hai fatto venire una mezza idea.. vediamo come evolve.. Un bacio^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. adoro le mezze tue idee! appena è..voglio esser la prima a saperlo eh?!? ^_^

      Elimina
  14. grazie Piera per questo consiglio che non ho potuto non entrare a commentare!
    adoro gli ogeetti arruginiti, io conoscevo un metodo molto più lungo fatto con il sale grosso, ma questo è veloce e il tuo consiglio mi piace molto, i miei cjapa pouvre avranno un tocco in più ciao VAleria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. wow! ma non ho capito cosa sono i cjapa e come si chiama! umh mi prendi alla sprovvista così ^_^

      Elimina
  15. peccato che non funzioni :(

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...