>

martedì 28 maggio 2013

Alla ricerca..sempre del Sapere!!

Parlando e riparlando della vernice Chalk Paint è del suo utilizzo in svariati modi nell'usarla, in alcuni blog e pagine facebook si continua invece la ricerca della ricetta casalinga hanmade Chalk! 
Ora sappiamo come è fatta la composizione hanmade,ma non gli ingredienti e le misurazioni,è  per chi ancora è alla scoperta o ha qualche confusione lascio qui tre delle ricette da me usate.

HANMADE CHALK PAINT:

A) 4 parti di smalto satinato all'acqua  e 1 parte di carbonato di calcio 

 B)  4 parti di smalto satinato all'acqua e 1 parte di Gesso di Parigi ò di Bologna.

C) 4 parti di smalto satinato all'acqua e 2 parte di stucco in pasta per legno ò muri più quanto basta di acqua tiepida alla miscelazione.

Il procedimento è sempre quello di mischiare la vernice al composto scelto, usando un frullino ò mixer per facilitare la miscela senza la comparsa di grumoli.
Come misurazione mi trovo bene ad usare un bicchierino di yogurt.


E qui il soggetto del mio post di oggi
CARBONATO DI CALCIO!

Allora dalle tante polemiche viste in rete sulla ricerca di questa polvere,
 ancora dopo mesi sento dire che non in tutte le farmacie il costo è uguale per regione ò comuni.
SI parte da una cifra assurda di 26 euro al kg ad arrivare alle 6/8 euro al kg.
E qui nasce la mia assidua ricerca al similare composto, scoprendo che la polvere del carbonato di calcio non è altro che la lavorazione per essiccamento  di una grande varietà di tipi di rocce: come il marmo,e il travertino. Da questa lavorazione nasce cosi il pigmento pittorico con il nome di bianco di San Giovanni, Bianco di Cennini e Bianco secondo Armenin,.è ancora il Bianco di Spagna, Bianco di Champagne o Biancone.
 Ora, da qui , sono andata alla ricerca di questo pigmento è scopro che in realtà viene chiamato comunemente Bianco di Calce la cui composizione mi porta al carbonato di Calcio: 

Altri nomi: 

Bianco San Giovanni, Whiting, Chalk, Lime White
origine: naturale minerale e artificiale
periodo d'uso: noto dall'antichità. Oggi per lo più non utilizzato come pigmento ma piuttosto come inerte, per "dar corpo" ad alcuni coloranti organici.
colore: più o meno bianco a seconda dell'origine e della granulazione con modeste proprietà coprenti ad eccezione che su intonaco.
resistenza: abbastanza resistente ai normali agenti atmosferici escluso quelli acidi
tecniche: come pigmento è stato usato quasi esclusivamente in pittura murale. Come inerte è stato spesso utilizzato nelle preparazioni, al posto del gesso, soprattutto nei paesi d oltralpe.

è  ancora continuando con le mie ricerche arrivo al
 Bianco di Spagna meglio conosciuto in Belle Arti come 
 il Bianco di Meudon.
La cui composizione  è la creta bianca e cioè carbonato di calcio proveniente da antichi giacimenti di conchiglie marine che, triturate, lasciate in decantazione ed essiccate, formano una finissima polvere bianca.

CAMPI DI UTILIZZO:
Il Bianco di Meudon è particolarmente adatto per il pigmento a tempera e per realizzare l'intonaco nella pittura a tempera su muro.
Tra i tanti impieghi nel restauro e nel settore artistico il Bianco di Meudon è particolarmente indicato per la preparazione delle tele per quadri, in opportuna miscelazione con colla di pura pelle (colletta).
Data la sua caratteristica di elevata resistenza, è inoltre utilizzato per la preparazione di mastici e stucchi.
MA non finisce qui!! 
Pensavate che avessi finito eh?!

Continuando su questa strada scopro che da antichi giacimenti di conchiglie marine arrivo alla essiccazione della più comune conchiglia  interna della Sepia officinalis, mollusco molto apprezzato nella cucina mediterranea, altro non è che la seppia.
La seppia possiede una conchiglia interna, chiamata "osso di seppia",; all'interno del corpo (nel mantello) possiede una sacca piena di inchiostro che espelle nelle situazioni di pericolo.
Nel mediterraneo non esiste solo la Sepia officinalis, ma anche la Sepia elegans e la Sepia orbignyana, entrambe di dimensioni più piccole.
Ora l'essiccazione dell'osso di seppia è usato in molti campi, sia farmaceutici, che in campo agrario e naturalistico oltre che ambientale..
Di certo non sto qui a dirvi le varie differenze e usi, basterebbe fare una breve ricerca su Wikipedia,  ma sono qui con il post di oggi a comunicarvi che
 l'osso di seppia 
è un puro concertato di carbonato di calcio!
E già
Non è altro che il nostro caro, tanto cercato, e pagato,
carbonato di calcio.

Con questo viene subito la logica di pensare al risparmio è perche no, anche al nostro innato riciclo..
Quindi da oggi,
 sapete che,
vi basterà andare in uno dei tanti store house di animali è comprare, a pochi euro, un sacchettino
 di osso di seppia 
al reparto alimenti per animali ( canarini ).
Dopo di che inventatevi nel tritarlo con un mixer elettrico 
ò
semplicemente grattucciarlo
ne verrà fuori una polvere bianca
pronta per l'uso della ricetta
 hanmade della chalck paint

Mentre se invece fatica non ne volete sapere di fare,
allora
eccovi qui una seconda soluzione ammazza costi!!
(è non ditemi che la Soffitta non vi Informi per il meglio)
è__é

Dal sito che vi lascio troverete in vendita 
il Bianco di Meudon, 
che come accennato sopra, 
altro non è che
 creta 
è quindi 
carbonato di calcio
dove la confezione da 1 Kg viene venduta al costo di 2.50 euro

Non sono io a dirvi di farvi quattro conti
ma se la matematica 
non è
ancora diventata
una opinione
direi che con 5 Kg venduta a 10 euro
avete ammortizzato i costi di spedizioni,
fatta una bella scorta in casa
pitturando tutta la casa, marito compreso,
è
 state bene cosi !!!

 Ma se invece siete per quelle che 
"Toccare per credere"
 allora non vi rimane
che provare con poco anche solo 1kg,
 avete dato giusto sfogo creativo al vostra sana compromessa di acquisto!!! 


A me non resta che ringraziarvi,
 per chi è arrivato alla fine di questa mia lunga ricerca fatti di ore e nottate su internet
è
 rinviarvi al prossimo post
fatto di ricerche si..
ma anche 
di tanta creatività
messa
 a disposizione da chi come me è alla ricerca sempre del Sapere!!

Un abbraccio mie care Soffittane.

22 commenti:

  1. Ma questa è una lezione di Biologia!
    Baci
    Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non riesco a risponderti..sto troppo ridendo cara amica mia! Si beh mettiamola anche cosi male non fà!! BAci cara Rosa detta MIrò!

      Elimina
  2. livinginmyhome.blogspot.it28 maggio 2013 21:53

    Cara Piera, ti immagino con bilancine da farmacista,polveri di tutti i tipi a trovare la giusta dose, la giusta misura , tot. di questo, tot. di quello.... ahahah....bello, a parte gli scherzi, questo tuo post, interessante...non si finisce mai di imparare!! Brava!!! Ma sono curiosa del tuo lavoro visto in foto!!!
    A presto, quindi!!!
    Piera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Piera..grazie della immaginazione che hai di me..pensandoci bene effettivamente mi manca il bilancino per il resto provette comprese cè tutto in Soffitta!! baci.

      Elimina
  3. informazioni precisissime.....grazie mille Piera, io proverò sicuramente le varie combinazioni!!
    Baci
    Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena..fammi sapere i tuoi esperimenti allora..attendo curiosa! baciotti.

      Elimina
  4. Ma guardi troppo in avanti, brava!! Queste informazioni sono davvero preziose è verissimo che il carbonato costa dai 26 ai 6/8 euro al kg e già mi sembrava un miracolo poterlo avere a quel prezzo figuriamoci che bello sapere che posso acquistarlo ancora a meno. Baci!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia...è già! Visto che bella scoperta..ora all'opera! smackk cara.

      Elimina
  5. Ciao Piera, ma sei un pozzo di scienza!!
    Bravissima, continua così che poi ti leggo e imparo anch'io...un abbraccio!!
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carmen..mi piacerebbe vederti all'opera.di sicuro ne verrà un capolavoro..visto la tua manualità! smackk

      Elimina
  6. Ciao Piera. Vero...non è possibile fermarsi...e da te c'è sempre tantissimo da imparare.
    Un forte abbraccio...trovata la mail? Kiss. NI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come sempre sei preziosa! smackk

      Elimina
  7. Graaandee! Mi hai aperto un mondo! Brava, brava, bravaaa! E grazie! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Micky!..ora voglio vedere il "tuo mondo"..^_^
      baciotti.

      Elimina
  8. Piera, sei incredibile! Di ogni tecnica vai alla ricerca di mille informazioni che molto gentilmente ci regali! E poi mi attacchi la mania di provare tutte queste tecniche e non ho il tempo di starti dietro!!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahaha..ma non è piu bello cosi???..I giorni volano..e la testa sta sulle nuvole..e tu sei piu tu!! baciotti Sofia!

      Elimina
  9. Ma quanto ci piace questa Piera ricercatriceeee!!!
    Della serie.......
    "mica che da queste parti si gioca a ruzzico ehhhhh"....
    Complimenti per la costanza, un baciotto scrocchiosissimo.
    Ciaooooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahhah CInzia non lha sapevo!! ma ruzzico che vuoldire?? Romanaccia..ti adoroooooooo!!!!!!!!!!! smackkkkk..p.s Bel colore quel verde che ho appena visto nel tuo blog..sei un mito spazi tra una cosa è l'altra! Non giochi a ruzzico tu vero?? ahahahha baciotti.

      Elimina
  10. Piera, sei una meravigliosa alchimista che esplora il web per noi! Generosa come sempre, metti a nostra dispozione le tue ricerche... sei mitica!
    Baci
    Bellalullo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie BElla..per mè è naturale..mi piace coinvolgere nelle mie emozioni! Esagero avvolte lho sò!! eheheheh baciotti tesoro.

      Elimina
  11. Accidenti!!!Ma quante ne sai?
    Piera sei mitica!
    Non mi resta che dire GRAZIE per le tue ricerche, spiegazioni ed indicazioni.
    Buon weekend,
    Marina
    P.S.
    Complimenti per il meritatissimo riconoscimento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara MArina..mi piace saperne sempre di piu..curiosa come una gatta..ops..Pantyra!! buon week di soleeeeee!!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...